Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
PSI San Giustino

RICERCA. MISURE URGENTI PER I RICERCATORI. IL GOVERNO ACCOGLIE L'ODG DEL PSI

26 Luglio 2013 , Scritto da psi san giustino

 

“Il governo ha mostrato sensibilità e lungimiranza impegnandosi a varare misure urgenti per favorire il processo di rinnovamento dei professori universitari, la cui età media si avvicina ormai 60 anni”
È l’impegno che il governo ha preso accogliendo un OdG presentato dai deputati del PSI, Marco di Lello, Pia Locatelli e Oreste Pastorelli.

 “Siamo soddisfatti, perché un ulteriore ritardo – ha spiegato il capogruppo Di Lello - potrebbe rivelarsi esiziale per l’intero sistema-Paese mentre un modesto investimento oggi, con un costo a regime di 70 milioni circa, darà frutti e benefici per tutti. In ballo ci sono 1000 posizioni di ricercatori a tempo indeterminato, il minimo come ha riconosciuto la stessa ministra Maria Chiara Carrozza, per affrontare quella che viene riconosciuta come una ‘priorità strategica’ per il nostro Paese. È solo con la qualità, l’eccellenza nell’istruzione nella ricerca che l’Italia può sperare di uscire dalla crisi e costruire delle basi solide per il futuro”.  

“Il governo ha mostrato sensibilità e lungimiranza impegnandosi a varare misure urgenti per favorire il processo di rinnovamento dei professori universitari, la cui età media si avvicina ormai 60 anni”
È l’impegno che il governo ha preso accogliendo un OdG presentato dai deputati del PSI, Marco di Lello, Pia Locatelli e Oreste Pastorelli.
“Siamo soddisfatti, perché un ulteriore ritardo – ha spiegato il capogruppo Di Lello - potrebbe rivelarsi esiziale per l’intero sistema-Paese mentre un modesto investimento oggi, con un costo a regime di 70 milioni circa, darà frutti e benefici per tutti. In ballo ci sono 1000 posizioni di ricercatori a tempo indeterminato, il minimo come ha riconosciuto la stessa ministra Maria Chiara Carrozza, per affrontare quella che viene riconosciuta come una ‘priorità strategica’ per il nostro Paese. È solo con la qualità, l’eccellenza nell’istruzione nella ricerca che l’Italia può sperare di uscire dalla crisi e costruire delle basi solide per il futuro”. 

Condividi post

Commenta il post