Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
PSI San Giustino

EUROPA. NENCINI: UN PATTO CON CITTADINI EUROPEI E UN PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE SCELTO DA LORO

17 Giugno 2013 , Scritto da psi san giustino

"Siccome la crisi economica e finanziaria ha raggiunto proporzioni sovranazionali, le politiche da mettere in campo per superarla devono essere europee. Il primo provvedimento da adottare sono gli eurobond". 

 Lo dice Riccardo Nencini, segretario nazionale del Psi, dopo un incontro con sindaci ed esponenti del Partito Socialista francese a Lione. "Si crei una rete attorno al movimento socialista europeo- continua Nencini- che si dia i medesimi obiettivi da raggiungere con gli stessi strumenti. Inoltre - aggiunge - bisogna stringere un patto con i cittadini dell'Unione Europea, che preveda, al primo punto, l'indicazione di un nome condiviso alla guida della Commissione Europea, che sia scelto - sottolinea- con procedure che prevedono forme di partecipazione pubblica. Dietro il candidato, che noi abbiamo già indicato nel nome di Martin Schulz, un programma e una nuova idea per l'Europa, che succeda alla prima- continua Nencini-  quella nata nel primo dopoguerra(l'Europa del carbone, dell'acciaio e della lotta al comunismo sovietico) e alla seconda, quella di Maastricht e dell'euro.  L'idea di un 'terzo tempo' per l'Europa- conclude Nencini- dovrà fondarsi su una politica estera condivisa, un esercito europeo, politiche fiscali coordinate,  eurobond ed una più forte unità politica.  

"Siccome la crisi economica e finanziaria ha raggiunto proporzioni sovranazionali, le politiche da mettere in campo per superarla devono essere europee. Il primo provvedimento da adottare sono gli eurobond". 
Lo dice Riccardo Nencini, segretario nazionale del Psi, dopo un incontro con sindaci ed esponenti del Partito Socialista francese a Lione. "Si crei una rete attorno al movimento socialista europeo- continua Nencini- che si dia i medesimi obiettivi da raggiungere con gli stessi strumenti. Inoltre - aggiunge - bisogna stringere un patto con i cittadini dell'Unione Europea, che preveda, al primo punto, l'indicazione di un nome condiviso alla guida della Commissione Europea, che sia scelto - sottolinea- con procedure che prevedono forme di partecipazione pubblica. Dietro il candidato, che noi abbiamo già indicato nel nome di Martin Schulz, un programma e una nuova idea per l'Europa, che succeda alla prima- continua Nencini-  quella nata nel primo dopoguerra(l'Europa del carbone, dell'acciaio e della lotta al comunismo sovietico) e alla seconda, quella di Maastricht e dell'euro.  L'idea di un 'terzo tempo' per l'Europa- conclude Nencini- dovrà fondarsi su una politica estera condivisa, un esercito europeo, politiche fiscali coordinate,  eurobond ed una più forte unità politica.

Condividi post

Commenta il post