Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
PSI San Giustino

Consiglio Comunale aperto sul Lavoro: ordine del giorno

14 Gennaio 2013 , Scritto da sezione san giustino

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale 
Comune di San Giustino

e p.c. Sig. Sindaco
Sig. Segretario Generale
Sigg. Capi Gruppo Consiliari
Organi d’informazione

Oggetto: richiesta Consiglio Comunale Aperto

Con la presente si chiede la convocazione di un consiglio comunale aperto sul tema del lavoro con all'ordine del giorno il documento qui di seguito riportato:

Premesso che:
- Il Comune ha tra i suoi compiti quello di monitorare e promuovere iniziative in favore dello sviluppo economico, produttivo e sociale del proprio territorio.
che la situazione di crisi nel nostro territorio è ogni giorno più grave
che i dati emersi mostrano tutta la drammaticità della situazione, con perdita continua di posti di lavoro e un tasso di disoccupazione a 2 cifre- 
che l'istanza comunale è quella più vicino al territorio e alle aziende e cittadini in difficoltà
Ritenuto che:
Quello che occorre è una risposta collettivamente condivisa, un patto che responsabilizzi e coordini le iniziative delle rappresentanze del mondo del lavoro (industriali-artigiani-agricoltori-commercianti-sindacati), delle Istituzioni (Regione, Provincia, Comuni, Camera di Commercio, Aziende Pubbliche) e del sistema creditizio per il raggiungimento degli obbiettivi individuati durante le audizioni e che in questo Consiglio aperto trovano conferma.
Il Consiglio comunale impegna la Giunta a:
- Promuovere fin dai prossimi giorni la formalizzazione delle volontà di collaborazione che si sono espresse in Consiglio, sostenendo le azioni promosse dalle Categorie delle Imprese e dalle Organizzazioni Sindacali per un sostegno reciproco ai fini dello sviluppo economico e per il contrasto alla disoccupazione.
- Predisporre e condividere la riorganizzazione delle azioni di coordinamento e di programmazione di un Tavolo Territoriale per lo sviluppo economico e per il mercato del lavoro, istituendo un LABORATORIO TERRITORIALE PER IL MERCATO DEL LAVORO e un LABORATORIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE che diventino luoghi del fare per tutte le parti interessate e punti di riferimento a cui far pervenire le informazioni necessarie per elaborare e condividere ipotesi di soluzione delle problematiche ad iniziare dai punti di crisi più acute, nell'ambito di un accordo territoriale quadro. Azioni che permettano di trasformare da statici a dinamici i Centri per l’Impiego e della Formazione, anche agendo con la massima determinazione ai vincoli del sistema delle “doti” che la Regione impone, sia sul versante dei finanziamenti e sia su quello delle specializzazioni che oggi non rispondono più ai bisogni reali del mercato del lavoro.
- Promuovere, sollecitare e consolidare verso gli organi preposti gli interventi di:
sostegno del reddito attraverso il PROGETTO DEL MICROCREDITO per l’erogazione di microcredito a favore delle famiglie in difficoltà che non riescono ad accedere al finanziamento tradizionale delle banche; 
sostegno al reddito ai nuclei familiari in situazione di temporanea difficoltà, a causa dell’espulsione dal mondo del lavoro attraverso il FONDO DI SOLIDARIETA’; 
promuovere il diritto al lavoro delle persone disabili attraverso la piena applicazione della Legge N.68/99.
- Adottare azioni per il reimpiego attraverso l’erogazione di incentivi per l’assunzione dei lavoratori in mobilità e per nuove assunzioni presso le cooperative sociali di Tipo B .
-Promuovere azioni a sostegno dell'impresa a favore di interventi di semplificazione amministrativa.
- Promuovere azioni per la formazione e l’inserimento lavorativo attraverso:
una programmazione provinciale delle attività di formazione degli apprendisti; 
il sostegno all’autoimprenditorialità attraverso formazione ed incentivi anche in partenariato con la Camera di Commercio; 
contributo al fondo del credito agricolo per i giovani imprenditori; 
formazione di lavoratori in mobilità; 
tirocini formativi presso imprese estere; 
sviluppo dei Centri per l’Impiego.
- Sostenere la diffusione dei bond territoriali proposti per gli investimenti delle imprese.
- Proporre la costituzione e la gestione di un fondo bilaterale di solidarietà fra lavoratori ed impresa a favore delle persone più disagiate a causa della mancanza di lavoro.
- Impegnarsi ad accelerare ulteriormente il rilascio alle imprese delle certificazioni sui crediti verso le Pubbliche Amministrazioni.
- Sollecitare e promuovere ai fini di estendere e potenziare un Protocollo di Intesa per il sostegno dei lavoratori delle imprese in situazioni di crisi nell’ambito del Tavolo Provinciale dell’Osservatorio sul credito istituito presso la Prefettura.
- Prevedere, fin da ora, la convocazione, tra un anno, del Consiglio comunale aperto per la valutazione degli esiti e la programmazione degli ulteriori sviluppi delle più appropriate iniziative.

Il Consiglieri: Panico Roberto

Condividi post

Commenta il post