Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
PSI San Giustino

ASSEMBLEA PSI; NENCINI: LA DIASPORA E' FINITA, NASCE CONVENZIONE LIBERALSOCIALISTA

4 Dicembre 2011 , Scritto da sezione san giustino

Una convenzione nazionale liberalsocialista di cui faranno parte i partiti, i movimenti e i pezzi della società civile che si riconoscono nella cultura laica e riformista.

Ad annunciarne la nascita il segretario nazionale del PSI, Riccardo Nencini, durante la relazione conclusiva all'assemblea congressuale del partito a Fiuggi. Sarà strutturata come un parlamento, spiega il segretario, sarà formata da 150 persone (un terzo elette, un terzo indicate dai partiti, un terzo espressione delle professioni e della società civile) e si riunirà una volta al mese, da oggi alle elezioni, in giro per l'Italia.

Chiudendo i lavori, Nencini ha ribadito le linee guida dell'azione socialista: equità, riforme istituzionali, con l'elezione diretta del Capo dello Stato, e attenzione alle “tante apartheid dei diritti che ci sono in Italia, prima fra tutte quella che investe oltre tre milioni di giovani precari”.

Sulla manovra, in attesa del testo definitivo, Nencini ha ribadito che “se sarà nei termini presentati da Monti ai partiti e alle parti sociali, difficilmente i socialisti la voteranno, perché manca del tutto l'equità: pagheranno i soliti noti e saranno colpiti i cittadini più deboli, quelli che ad esempio hanno nella casa il loro unico salvadanaio”.

Emergono intanto i numeri del congresso socialista, con 1850 presenze registrate e l'adesione di importanti personalità come Beppino Englaro e Mariella Magi Dionisi, presidente dell'associazione 'Memoria dei caduti per fatti di terrorismo delle forze dell'ordine e dei magistrati'.

Infine, Nencini ha rivolto un appello all'unità di tutti ai socialisti: “Con la fine della missione berlusconiana – ha detto – non c'è più alcuna ragione che colleghi la storia dei socialisti a quella vicenda politica. La diaspora è finita e chi in questi anni ha fatto scelte diverse non ha più giustificazioni per stare accanto a Comunione e Liberazione e ai rigurgiti fascisti. Il 2012 sarà il centoventesimo anno dalla fondazione del PSI: il momento buono per tornare a casa”.

Condividi post

Commenta il post